Don Gianrico Ruzza nuovo vescovo Ausiliare del Settore Centro

Papa Francesco ha nominato Gianrico Ruzza vescovo ausiliare della diocesi di Roma, per il settore Centro. Va quindi al posto di monsignor Matteo Zuppi, andato a Bologna come arcivescovo. La nomina è stata annunciata in vicariato stamani dal cardinale vicario Agostino Vallini, in contemporanea con la Sala Stampa della Santa Sede. 

Chi è monsignor Ruzza
Nato a Roma il 14 febbraio 1963 e ordinato sacerdote il 16 maggio 1987 nella basilica di San Giovanni in Laterano, monsignor Ruzza è dal marzo 2006 parroco di San Roberto Bellarmino ai Parioli, la chiesa della quale era titolare il cardinale Jorge Mario Bergoglio fino al 13 marzo 2013, quando fu eletto Papa. Inoltre è prefetto della VI prefettura dall’ottobre 2011.

Si è formato al Pontificio Seminario Romano Maggiore, di cui è stato assistente dal luglio 1987 al marzo 1990 e poi vicerettore fino al settembre 1997. Ha conseguito la licenza di Diritto canonico alla Pontificia Università Gregoriana, si è iscritto al dottorato alla Pontificia Università Lateranense e ha frequentato lo studio rotale sostenendo tutti gli esami.

Ruzza è dal gennaio 2011 presidente dell’Istituto interdiocesano per il sostentamento del clero delle diocesi di Roma e Ostia. È stato segretario del Comitato locale per il Congresso eucaristico internazionale ospitato a Roma nel 2000 e direttore dell’Ufficio Clero del Vicariato dal 2001 al 2006, oltre che rettore delle chiese di San Lorenzo de’ Speziali in Miranda (dicembre 2000-marzo 2006) e di Santa Cecilia (giugno 1997-maggio 1998). Attualmente membro del Collegio dei consultori del Vicariato e Consigliere del Fondo speciale di solidarietà fraterna, è stato nel quadriennio 2008-2012 segretario del Consiglio pastorale diocesano. È stato assistente ecclesiastico dell’Apostolato Accademico Salvatoriano; dal 1997 è assistente spirituale delle comunità eucaristiche e dallo stesso anno è cappellano di Sua Santità. È stato anche presidente dell’Istituto degli Esercizi spirituali a Ponte Rotto. 

Spicca nel suo “curriculum vitae” l’incarico di segretario del Comitato per la Missione cittadina dal 1996 al 1999, in preparazione al grande Giubileo del 2000. Una «grande avventura», l’ha definita monsignor Ruzza nel suo primo saluto, ringraziando suor Lorenzina Colosi, definita «una grande donna», con cui condivise quella fatica. 

La presentazione del cardinale Vallini
Nel dare la notizia il cardinale vicario Vallini lo ha definito «prete romano doc», ringraziando il Santo Padre per il suo nuovo dono alla diocesi. «Monsignor Ruzza - ha detto Vallini - ama Roma e ha la gioia di avere ancora i suoi santi genitori che speriamo siano presenti all’ordinazione episcopale». Vallini ha poi sottolineato l’«esperienza spirituale» del presule eletto. 

Le parole chiave di monsignor Ruzza
«Consapevolezza» e «responsabilità» sono state le parole chiave indicate da monsignor Ruzza, durante il suo saluto, all’inizio di «questo nuovo tratto di cammino con il desiderio di essere al servizio della gioia, secondo quel modello di prete disponibile e felice che Papa Francesco ci propone ogni giorno: a me dice coi gesti che cosa deve fare un vescovo in mezzo alla gente e mi dimostra come sia felice di esserlo, perché si sente un prete vero e un pastore responsabile tra le sue pecore. Questo mi consola e mi fa avere meno paura!».

La consacrazione
Gianrico Ruzza sarà consacrato vescovo dal cardinale Agostino Vallini nel pomeriggio di sabato 11 giugno 2016 nella basilica di San Giovanni in Laterano.


Don Matteo Zuppi, arcivescovo di Bologna

Il Santo Padre FRANCESCO ha nominato monsignor MATTEO MARIA ZUPPI arcivescovo metropolita dell’arcidiocesi di Bologna. A darne l’annuncio alla diocesi di Roma, martedì 27 ottobre 2015 alle 12 nella sala riunioni al terzo piano del Vicariato di Roma, in contemporanea con la Sala Stampa della Santa Sede, il cardinale vicario AGOSTINO VALLINI. Il vescovo ZUPPI, ausiliare per il settore Centro e incaricato ad interim del Centro per la cooperazione missionaria tra le Chiese della diocesi di Roma dal 2012, succede a Bologna al cardinale CARLO CAFFARRA, che lascia per raggiunti limiti d’età la guida dell’arcidiocesi assunta il 16 dicembre 2003. 

Presentando la nomina del Pontefice ai vescovi ausiliari, ai parroci prefetti e a diversi fedeli della diocesi di Roma presenti il cardinale VALLINI ha affermato che questa scelta «è un segno di attenzione e di fiducia del Papa verso i suoi collaboratori». Ha poi confessato: «Proviamo un po’ di dispiacere perché perdiamo don MATTEO per il lavoro pastorale, per la frequenza quotidiana». Il cardinale ha quindi ricordato di quando monsignor ZUPPI, parroco a Trastevere, si rese disponibile per altri incarichi e arrivò per lui l’opportunità della guida della comunità di Torre Angela, la parrocchia più popolosa di Roma. Poi, dopo poco più di un anno, la nomina ad ausiliare.

Monsignor ZUPPI, prendendo la parola dopo il cardinale vicario ha detto che «le vie della Provvidenza sono infinite» e ha confidato la difficoltà di dover «trasformare tanto della mia vita. Una vita ricca di Roma, della sua gente e dei suoi quartieri, come testimonia l’accento», di cui chiede quasi «scusa» ai bolognesi che stanno per accoglierlo e al quale ha indirizzato un messaggio (in allegato il file integrale della lettera) che ha letto di fronte ai rappresentanti della diocesi di Roma e all’economo della diocesi di Bologna, don GIANLUIGI NUVOLI, anch’egli presente all’incontro. Ha quindi ricordato l’esperienza da ausiliare del settore Centro dicendo di aver scoperto in esso «la grande ricchezza della Chiesa di Roma». Con la consapevolezza che a Bologna «troverò tanta amicizia, affetto, comunione, vicinanza».

Monsignor ZUPPI, ordinato vescovo dal cardinale AGOSTINO VALLINI il 14 aprile 2012, è nato a Roma l’11 ottobre 1955. Ha frequentato il Seminario di Palestrina e ha seguito i corsi di preparazione al sacerdozio alla Pontificia Università Lateranense, dove ha conseguito il baccellierato in Teologia. Si è laureato, inoltre, in Lettere e Filosofia all’Università di Roma, con una tesi in Storia del Cristianesimo. È stato ordinato presbitero per la diocesi di Palestrina il 9 maggio 1981 e incardinato a Roma il 15 novembre 1988 dall’allora cardinale vicario UGO POLETTI. Nel 2006 è stato insignito del titolo di Cappellano di Sua Santità.

Durante il suo ministero presbiterale il vescovo MATTEO ZUPPI è stato prima vice parroco (dal 1981 al 2000) e poi parroco (dal 2000 al 2010) della parrocchia di Santa Maria in Trastevere. Membro del Consiglio presbiterale dal 1995 al 2012, dal 2000 al 2012 è stato anche assistente ecclesiastico generale della Comunità di Sant’Egidio e dal 2005 al 2010 Prefetto della III Prefettura di Roma. Dal 2010 al 2012 è stato parroco della comunità di Santi Simone e Giuda a Torre Angela e dal 2011 al 2012 prefetto della XVII Prefettura di Roma. È inoltre autore di alcune pubblicazioni di carattere pastorale.

Nominato Vescovo titolare di Villanova e ausiliare per il settore Centro di Roma il 31 gennaio 2012, ha ricevuto la consacrazione episcopale il 14 aprile dello stesso anno.


Ordinazione Episcopale di Don Angelo De Donatis

Lunedì 9 Ottobre, alle ore 17, nella Basilica Lateranense il Vescovo di Roma, Papa Francesco, ordinerà vescovo ausiliare della Chiesa di Roma il nostro confratello don Angelo De Donatis.

Il suo ambito pastorale sarà la cura del clero.

Ad Angelo va la nostra preghiera e il nostro augurio per un ministero santo e santificatore.